News Feed Liferewat

  1. Dal 15 al 18 Gennaio Life REWAT ha partecipato all’International Water Summit di Abu Dhabi per presentare l’innovativo sistema di monitoraggio per l’impianto di ricarica delle falde in condizioni controllate nel Comune di Suvereto.

    Il Dott. Rudy Rossetto dell’Università Sant’Anna di Pisa, facente parte della delegazione del Partenariato Europeo per l’Acqua, ha presentato alcuni dei risultati innovativi emersi dalle ricerche. Alcuni di essi infatti risultano di potenziale interesse per la soluzione dei problemi relativi alla gestione delle risorse idriche nei paesi del Golfo Arabo.

    Nei quattro giorni ad Abu Dhabi Rudy Rossetto ha anche partecipato al panel Early-stage innovations for tomorrow’s water challenges in cui sono stati presentati i nuovi progetti per la gestione della risorsa idrica che possono supportare il raggiungimento degli obiettivi posti dalle Direttive Europee sull’uso dell’acqua.

     

  2. In occasione della visita in Italia del Life Team di Grecia e Cipro, nella serata del 14 Dicembre si è svolto un incontro di networking presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa per presentare alcunin dei progetti Life attivi sul territorio italiano.

    Dopo un'introduzione dell'istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna sono intervenuti i rappresentanti dei progetti Life REWAT, Life ELBA, Life PERHT e FREEWAT. Sono stati trattati gli argomenti della gestione sostenibile delle acque nella bassa Val di Cornia (Life REWAT), dei servizi di mobilità ecofriendly di persone e merci in isole di piccole dimensioni (Life ELBA) e della mobilità di persone e merci nelle città storiche (Life PERHT).
    Presenti anche rappresentanti del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa, dell'Università di Lecce e di TIMESIS/NEEMO.

     

  3. Dal 4 Dicembre 2017 è attivo il nuovo Sportello informativo Life REWAT a cui rivolgersi per avere informazioni su come migliorare la gestione delle acque, sui comportamenti da tenere e sulle soluzioni da applicare.
    Gli esperti Life REWAT rispondono al numero 0586/242655 il lunedì e il mercoledì dalle 14:30 alle 15:30 e all'indirizzo email sportellorewat@asa.livorno.it.

    Il team Life REWAT è a disposizione per rispondere alle domande, ai dubbi e alle osservazioni di cittadini e aziende.


    BASTA SPRECARE, BASTA CHIEDERE!

     

  4. La Porto Water Innovation Week, partita il 24 Settembre a Porto, è un evento dedicato all'acqua e all'innovazione. Rappresentanti delle istituzioni, dell'agricoltura e dell'industria, tecnici, politici e appassionati di tutto il mondo si riuniscono per discutere e proporre nuove idee sull'acqua, il suo futuro e le sue applicazioni.

    Life REWAT sarà presente oggi 26 Settembre dalle 14 all'evento parallelo MARtoMARket su "MARsolutions, TWIs and modelling".

    Rudy Rossetto della Scuola Sant'Anna di Pisa, illustrerà il progetto dedicato all'impianto di Suvereto con lo speech "The EU LIFE REWAT MAR plant at Suvereto (Italy): law requirements and monitoring needs for environmental and health safety."

    L'intero evento parallelo dimostrerà l'efficacia e la sostenibilità ambientale della strategia MAR (Managed Aquifer Recharge) che punta allo stoccaggio dell'acqua in falda, da utilizzare in caso di bisogno.

    Il programma dell'evento: https://goo.gl/cjcd8Y

    http://portowaterinnovationweek.eu

     

  5. Nell'ambito del progetto Life REWAT, per la gestione sostenibile della risorsa idrica nella Val di Cornia, è in programma per il 06, 07, 12 e 13 Settembre un corso di formazione dedicato ai docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado dei Comuni di Campiglia M.ma, Piombino e Suvereto, affinché questi trasmettano le informazioni e le conoscenze acquisite agli studenti durante gli anni scolastici 2017-2018 e 2018-2019, così come previsto dal progetto.


    Il progetto Life Rewat coordinato dal Consorzio 5 Toscana Costa in partnership con Asa Spa, Scuola Sant'Anna di Pisa, Regione Toscana e cofinanziato dai Comuni di Campiglia M.ma, Piombino e Suvereto si prefigge di implementare una serie di azioni dimostrative per la gestione sostenibile delle risorse idriche, di tipo strutturale (interventi pilota) e non strutturale (azioni di sensibilizzazione e formazione), le quali, accompagnate da approfondimenti conoscitivi preliminari e da un programma di monitoraggio, andranno a costituire la base per un percorso di governance (Contratto di Bacino) finalizzato alla condivisione partecipata di una strategia di medio/lungo periodo per la gestione sostenibile delle acque del Fiume Cornia, asta fluviale che attraversa la Val di Cornia che da qui prende il suo nome. L'innovazione del progetto consiste nell'utilizzo integrato e contestuale di tecniche e strumenti provenienti da mondi diversi che di solito ragionano in modo settoriale e che qui invece sono integrati ed è articolato in 5 interventi dimostrativi, pilota che hanno l'obiettivo di indicare strade sostenibili e buone pratiche nell'ambito della gestione della risorsa idrica. In questo senso il Corso di formazione che si appresta a partire ha un ruolo determinante nell'ambito del progetto Rewat; la sensibilizzazione sin dalla più tenera età sul tema della risorsa idrica, sulla conoscenza delle criticità e delle opportunità e sulla condivisione del
    giusto comportamento nell'utilizzo della stessa, sia in campo agricolo che in ambito civile, è la chiave per un maggior rispetto ed una migliore tutela del territorio che abitiamo. 75 sono gli insegnanti coinvolti direttamente nella formazione, circa 3000 gli studenti che tratteranno i temi del Life Rewat nei prossimi due anni scolastici che potenzialmente potrebbero raddoppiare nel caso in cui le scuole ritenessero questo percorso virtuoso e da replicare. Oltre alla formazione gratuita riservata agli insegnanti, i partner del progetto Life Rewat finanzieranno l'acquisto di ben 9 Lavagne Interattive Multimediali (LIM), preziosi
    supporti per la didattica innovativa che saranno a disposizione della scuola per una formazione in generale più avanzata e al passo con i tempi.


    Il Corso si svolgerà in 4 giornate e sarà tenuto da diversi relatori: Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa, Regione Toscana, ASA e Scuola Sant'Anna di Pisa si alterneranno illustrando tanti temi, quali il territorio, l'acqua, l'agricoltura, l'ecologia.
    Gli incontri si svolgeranno a Piombino e Venturina Terme, presso le scuole partecipanti al corso, con lezioni teoriche, laboratori comunicativi e visite sul campo.

    Di seguito il programma delle giornate:


    1° INCONTRO: 06 Settembre 2017 (ore 09.00-11.00 e 15.00-17.00) – Sede svolgimento Scuola Media “G. Carducci”, via Gorizia Venturina Terme


    PARTE INTRODUTTIVA
    1)Perché il LIFE REWAT– Relatore: Alessandro Fabbrizzi, Consorzio di Bonifica
    2)La COMUNICAZIONE nel Life Rewat (ossia il perché del corso di formazione) – Relatore: Alberta Ticciati, Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa

    3)La situazione idrogeologica in Val di Cornia – Relatore: Riccardo Leoni, Regione Toscana
    4)L’approvvigionamento di acqua potabile in Val di Cornia (fonti di approvvigionamento, cenni al ciclo artificiale delle acque) - Relatore: Riccardo Mori, ASA
    5)La QUALITA’ delle acque destinate a uso umano in Val di Cornia- Relatore: Franca Palumbo (o suo delegato) del Laboratorio analisi di ASA


    2° INCONTRO: 07 Settembre 2017 (ore 09.00-11.00 e 15.00-17.00) – Sede svolgimento aula magna plesso Dante Alighieri in piazza D. Alighieri, Piombino
    1) Prima azione dimostrativa: l’azione di ricarica della falda- Relatore: Claudio Benucci, ASA
    2) Terza azione dimostrativa: riduzione delle perdite di acquedotto – Relatore: Marco Ruggiero, ASA
    3) Quinta azione dimostrativa: utilizzo delle acque reflue per irrigazione dei campi sportivi – Relatore: Barbara La Comba, ASA (che illustrerà brevemente anche Aretusa e Cornia industriale)
    4) Il SISTEMA INFORMATIVO per il Life Rewat – Relatore: Paolo Sansò, ASA


    3° INCONTRO - LABORATORI COMUNICATIVI: 12 Settembre 2017 (ore 09.00-13.00 e 14.00-18.00) - Sede svolgimento aula magna plesso Dante Alighieri in piazza D. Alighieri, Piombino - incontro con facilitatori e esperti di comunicazione
    1) GIOCO DI RUOLO: spiegazione e dimostrazione di come si svolge, coinvolgimento degli insegnanti per poi proporre il gioco agli studenti;
    2) LABORATORIO FINALE SULLA TRASMISSIONE DI TUTTI I CONTENUTI DEL PROGETTO LIFE REWAT


    4° INCONTRO - VISITA SUL CAMPO:

    +++ NUOVA DATA +++

    21 settembre 2017 (ore 14.30 - 17.30) - Ritrovo piazzale antistante area fieristica - Venturina Terme

     

    +++ Data annullata causa maltempo +++

    13 Settembre 2017 (ore 09.00-12.00 e 15.00-18.00) - Sopralluogo interventi. Ritrovo piazzale antistante area fieristica - Venturina Terme


    Visita sul campo con introduzione teorica e descrizione dei seguenti interventi:
    1) Seconda azione dimostrativa: riqualificazione di un tratto del fiume Cornia (Comune di Suvereto) - Relatore: Alessandro Fabbrizzi, Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa (durata circa 1h)
    2) Quarta azione dimostrativa: impianto per ridurre il consumo di acqua in agricoltura (Comune di Campiglia M.ma) – Relatore: Rudy Rossetto, Scuola Sant’Anna Pisa (durata circa 1h)


    Per la giornata dei sopralluoghi previsti in data 21 settembre 2017 si raccomanda un abbigliamento comodo e sportivo, di indossare scarpe comode adeguate a terreni dissestati e/o non in piano (Tennis, Scarponi Trekking ecc.) e per proteggersi dal sole di dotarsi di cappellino, bandana o simili.

  6. Il Consorzio 5 Toscana Costa prosegue con il progetto Life Rewat per la gestione sostenibile della risorsa idrica in Val di Cornia.
    Dopo la realizzazione dell'impianto di subirrigazione su una coltivazione di carciofo di 4ha che sta dando risultati interessanti, il Consorzio 5 Toscana Costa ha avviato i lavori di riqualificazione morfologica di un tratto disperdente del Fiume Cornia, in Località Forni a Suvereto. Il Fiume Cornia, infatti, presenta in quel tratto una condizione morfologica di forte incisione dell'alveo dovuta ad una prolungata attività estrattiva di inerti in alveo avvenuta nel secondo dopoguerra.
    Ciò ha portato conseguenze come:
    - impoverimento dell'habitat fluviale;
    - riduzione della capacità di ricarica degli acquiferi;
    - aumento pericolosità idraulica a valle.
    Per realizzare gli interventi necessari a tale scopo, il Consorzio ha noleggiato due macchine operatrici, un escavatore ed una ruspa con lama Bulldozer, adeguate all'esecuzione dei lavori di spostamento e di rimodellamento dei sedimenti e della ghiaia presente in alveo (sbancamento), l'allargamento dello stesso letto del fiume e il rinascimento dei sedimenti in alveo provenienti dalle operazioni di sbancamento.

    “Gli interventi che il Consorzio realizzerà a Suvereto (allargamento dell'alveo e mobilizzazione dei sedimenti) consentiranno di produrre un incremento della capacità disperdente del Fiume Cornia nel tratto interessato dall'intervento, ma successivamente, nel medio periodo, consentirà una migliore equilibrio della dinamica dei sedimenti– ha dichiarato il Presidente Giancarlo Vallesi – questo intervento, insieme agli altri previsti dal Progetto Life Rewat consentirà al nostro Consorzio di fare un salto in avanti che tra i propri obiettivi si pone non soltanto la manutenzione quotidiana dei corsi d'acqua, ma anche lo studio e la valutazione di nuovi strumenti e nuovi metodi di gestione della risorsa idrica per garantire al territorio il fabbisogno idrico nel medio lungo periodo, anche in presenza di situazioni meteorologiche avverse e siccità, come quella che stiamo vivendo da qualche mese a questa parte”.

     

  7. Si sono svolte l'8 e il 9 Febbraio le prime due giornate formative sulla Gestione integrata delle risorse idriche: la Val di Cornia come laboratorio di innovazione.

    La giornata di apertura erano presenti il Rettore della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa Pierdomenico Perata e l'assessore all'Ambiente e Difesa del Suolo della Regione Toscana Federica Fratoni che hanno salutato i presenti insieme al Direttore dell'Istituto di Scienze della Vita, Luca Sebastiani.

    Ecco un articolo che presenta l'evento e spiega i contenuti del progetto

    Toscana Notizie

     

     

  8. Vi segnaliamo che, nell'ambito del progetto Life REWAT, sono state organizzate 3 giornate formative (gratuite) sulla "Gestione integrata delle risorse idriche: la Val di Cornia come laboratorio di innovazione".

    Esse si svolgeranno i giorni 8,9 e 27 febbraio 2017 presso l’Aula Magna della Scuola Superiore Sant'Anna, piazza Martiri della Libertà, Pisa con il seguente orario: 09.00/13.30 - 14.30/17.30.

    Qui trovate il programma delle giornate formative

    I posti disponibili sono 110 per ogni giornata.

    E' possibile confermare l’adesione all’iniziativa attraverso la compilazione del Modulo d'iscrizione online raggiungibile al seguente indirizzo:

    http://tinyurl.com/iscrizione-rewat

    Vi aspettiamo!

  9. Si segnala un bando per assegno di ricerca di durata annuale per "SVILUPPO E APPLICAZIONE DI STRUMENTI INTEGRATI IN AMBIENTE GIS PER LA GESTIONE(IDROLOGICA E IDROCHIMICA) DELLE ACQUE NEGLI AGRO-ECOSISTEMI"

    Cerchiamo giovani brillanti laureati (in ingegneria civile/ambientale, scienze ambientali scienze della terra, scienze agrarie,...) con interesse specifico nella modellistica idrologica e idrogeologica delle acque sotterranee e superficiali.

    Le attività di ricerca previste riguardano l'applicazione di strumenti di modellistica idrologica integrati in sistemi GIS a casi di studio all'interno dei progetti europei H2020 FREEWAT (www.freewat.eu) e LIFE REWAT (www.liferewat.eu). In particolare, gli strumenti di simulazione verranno applicati ai casi di studio del bacino del Lago di Massaciuccoli e della pianura del Fiume Cornia. All'interno del progetto H2020 FREEWAT, le attività di ricerca riguarderanno anche il coinvolgimento in casi di studio svolti da altri partner del progetto (Malta, Ucraina, Namibia).

    Per informazioni vedere il bando all'indirizzo web:


    http://gbc.sssup.it/UploadDocs/27746_bando_1788.pdf_ga=1.266065927.969145084.1475510122

    Per ulteriori informazioni solo sulle attività di ricerca scrivere a r.rossetto@sssup.it

  10. Nell’ambito del progetto Life REWAT “Gestione sostenibile delle acque nella bassa Val di Cornia attraverso la riduzione della domanda idrica, la ricarica della falda e la riqualificazione fluviale” è in via di implementazione un sistema di gestione della risorsa acqua in Val di Cornia basato su di un GIS in cui è integrato un modello numerico idrologico.
    L’azione ha come obiettivo quello di:
    · revisionare i precedenti modelli prendendo da essi quanto di tecnicamente valido;
    · implementare un modello numerico per la gestione della risorsa idrica in Val di Cornia con lo stato dell'arte delle applicazioni disponibili;
    · rendere questa applicazione condivisa tra i vari partner del progetto ed i vari attori coinvolti nella gestione della risorsa.
    Per l'implementazione di questo modello è utilizzata la piattaforma FREEWAT, sviluppata nell'ambito del programma HORIZON 2020 dall’omonimo progetto (www.freewat.eu). Tale piattaforma è open source e di pubblico dominio, andando così ad eliminare la necessità di costose licenze software e favorendone la diffusione nei settori tecnici dei vari enti.
    Gli obiettivi specifici dello studio effettuato da due partner del progetto, Scuola Superiore di Studi S. Anna e ASA, sono i seguenti:
    · delineare lo stato dell’arte delle conoscenze relative all’inquadramento idrogeologico ed idrologico del bacino del Fiume Cornia;
    · costruire e validare un modello numerico che permetta di ottenere una descrizione quantitativa del deflusso della falda basata sull’utilizzo dei dati acquisiti ed in via di acquisizione;
    · individuare i principali limiti riscontrati nella fase di costruzione del modello in termini di carenza di dati e informazioni necessari per affinare l’affidabilità dei risultati ottenuti e quindi proporre ulteriori ricerche da svolgere per l’eventuale approfondimento delle conoscenze sullo stato qualiquantitativo della risorsa;
    · utilizzare lo strumento implementato per la simulazione degli effetti degli interventi oggetto delle azioni del progetto Life REWAT.

    Il modello implementato in questo studio costituisce un primo passo verso la costruzione di un importante ed innovativo strumento per la gestione della risorsa idrica nella Val di Cornia e, quindi, può rappresentare un supporto importantissimo per lo sviluppo socio economico dell’area.
    Le applicazioni pratiche di tale modello, infatti, possono riguardare, ad esempio, la simulazione della disponibilità della risorsa in base all’andamento atteso delle precipitazioni oppure all’effetto di un incremento dei prelievi. Il modello è, inoltre, la base per l’implementazione del modello del trasporto di cloruri di intrusione salina.
    Poichè il progetto Life REWAT propone come sua peculiarità l’elaborazione di una strategia condivisa e partecipata per la gestione della risorsa idrica in Val di Cornia, anche la definizione di tale modello concettuale dovrà essere costruita attraverso la condivisione più ampia tra i vari attori che concorrono alla gestione della risorsa idrica stessa (Comuni, Regione Toscana, Consorzio Bonifica, gestore SII, associazioni di categoria, associazioni ambientaliste, ecc).
    A tal fine viene convocato per GIOVEDI 24 NOVEMBRE 2016 presso la saletta comunale “G. La Pira” a Venturina Terme, in viale della Fiera 1 alle ore 10,15 un incontro nel quale verrà illustrato dal Dott. Rudy Rossetto della Scuola Superiore di Studi S.Anna come è stato costruito il modello stesso e quali risultati si propone di raggiungere e durante il quale saranno acquisiti e raccolti tutti i contributi da parte dei partecipanti, nella definizione della problematica della risorsa idrica nella Val di Cornia.
    L’incontro avrà una durata di circa due ore.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.